CALOPSITTE O CALOPSITE

Vai ai contenuti

Menu principale:

FAQ FORUM SULLE CALOPSITTE - CALOPSITE

FORUM
 

FAQ




Per facilitarene la consultazione, in questa sezione  ho voluto riportare le domande e le relative risposte apparse nel
FORUM





DOMANDA
A che età è possibile riprodurre le calopsitte?

RISPOSTA
Devono avere almeno 14/15 mesi.

DOMANDA
Ho una calopsitta ancsctrale femmina. Mi preoccupa perchè alcune volte sento digrignare il becco. E' segno di malattia?

RISPOSTA
No assolutamente. Digrignare del becco è segno che il pappagallo si sta rilassando. Spesso avviene di sera prima di addormentarsi.

DOMANDA
A che età devo toglierli dal nido per iniziare ad imbeccarli a mano?

RISPOSTA
Non prima di 15/20 giorni. Non farlo prima, è inutile. Se hai anche intenzione di formare una coppia con soggetti imbeccati a mano, avrai la certezza che il loro istinto riproduttivo è rimasto intatto. Imbeccarli prima dei 15 giorni di età, non solo ti impegnerà di più, sono questi i giorni con più imbeccate, ma probabilmente da adulti non avranno il giusto istinto riproduttivo, non saranno quindi in grado di portare a termine con successo la riproduzione.

DOMANDA
E' vero che solo il maschio impara a parlare?

RISPOSTA
Tendenzialmente la calopsitta è un uccello che difficilmente impara a ripetere parole in modo chiaro e comprensibile. Il più delle volte impara facilmente a fischiettare motivetti. Tutto questo però è una dote quasi esclusiva del maschio. Devo dire che ci sono alcune femmine che fischiettano e imparano qualche parolina, ma in generale sono molto silenziose rispetto ai maschi.



DOMANDA
Ho un maschio perlato, da qualche giorno sto assistendo ad un cambio della livrea. Sta diventando più grigio. Mi sembra di aver letto che i maschi perdono la perlatura. Qualcuno può confermamelo?

RISPOSTA
La "perlatura" è un fattore ereditario che prima della muta appare evidente in tutti e due i sessi. Con la prima muta, il colore del maschio torna ad essere grigio. Ciò lo rende simile ad un maschio ancestrale, pur essendo portatore di "perlato". In conclusione, quello che sta accadendo al tuo maschio, è del tutto normale.


 
Torna ai contenuti | Torna al menu